il Ristorante

Il Ristorante Cesoia ha una lunga storia alle sue spalle. Nel 1820 lo stabile era un’osteria dove i viandanti romagnoli, in visita a Bologna, si fermavano per dormire e ferrare i cavalli; successivamente fu gestita da un lattoniere che le attribuì l’attuale nome. La stessa via Cesoia, secondo la toponomastica locale, sembra aver preso la denominazione da un’osteria che sorgeva nei pressi e che aveva per insegna un paio di forbici, forse per la vicinanza all’ospedale Sant’Orsola.
In seguito alla costruzione dell’edificio, in cui ora troviamo il ristorante, si trasformò in trattoria e poi nel 1971, con la gestione di Pietro Montanari, il ristorante si caratterizzò con una cucina umbro-laziale, che per quel periodo fu una vera innovazione.

Dopo un importante intervento di ristrutturazione che ha coinvolto il locale di via Massarenti 90/2d fino a luglio 2014, il Ristorante Cesoia si presenta con un nuovo stile: la luminosità dell’ambiente, l’ampiezza degli spazi e la modernità degli arredi, si fondono armonicamente per esaltare la creatività rivelata dallo chef nei piatti, espressione dell’amore per la cucina e di una disciplina dell’impiattamento che permette l’abbinamento di textures inusuali e divertenti per gli ospiti.
 
Ogni portata, dall’entrée al petit four è realizzata dai nostri cuochi; ogni componente del piatto è proposta per essere gustata appieno, in armonia con gli altri ingredienti.
 
Acquistiamo solo prodotti freschi, che lavoriamo secondo le nostre esigenze. Le cotture rispettano le caratteristiche di ogni materia; il pane viene impastato e sfornato tutti i giorni, la pasta che serviamo è fatta a mano da noi, per garantirvi sempre un alto livello nel rapporto qualità/prezzo.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookies