Un tortellino Rosso Blu

Ristorante Cesoia Written by 

(0 votes)
Un tortellino Rosso Blu https://incronaca.unibo.it/archivio/2017/10/18/le-tante-facce-del-tortellino

In seguito all'evento "Tour-tlen", il festival del tortellino nasce il nostro tortellino rosso-blu "Bologna la rossa...dal sangue blu".

Giorgia Porliod ne parla nel suo articolo, "Le tante facce del tortellino" 

"Bologna la rossa...dal sangue blu" – dello chef Pietro Montanari, Ristorante Cesoia, via Massarenti.
Il piatto nasce per l'edizione 2016 di "Tour-tlen", il festival del tortellino che a San Petronio anima piazza Re Enzo.

L'idea era quella di ricreare un piatto popolare ma visivamente impattante.

La sfoglia richiama i colori del Bologna, dato che il ristorante sorge nel luogo che una volta ospitava il campo della squadra di calcio. Il ripieno è quello tradizionale ma viene diviso in due parti.

Il rosso viene ricreato utilizzando del concentrato di pomodoro prodotto dal ristorante, il blu dalla fermentazione del cavolo cappuccio con aggiunta di clorofilla e nero di seppia. Il ripieno blu è di pollanca allo stato brado, mortadella e mascarpone. Il ripieno rosso è di prosciutto, lombo di maiale, timo e parmigiano. I tortellini vengono cucinati in un brodo di pollanca e doppione di manzo. A fine cottura vengono saltati con burro e parmigiano (così non perdono il colore). Mangiarne uno blu e uno rosso aiuta il palato a ricostruire il sapore del tortellino tradizionale.
Il piatto non è disponibile alla carta, ma nel menù degustazione (40 euro 5 portate, 50 euro 7 portate).

Se vuoi leggere l'intero articolo clicca qui

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione, acconsenti all'utilizzo dei cookies